Nell’Università il completamento della formazione professionale dell’ingegnere chimico è affidato ai corsi della Laurea Magistrale. Il Corso di Laurea Magistrale in Ingegneria chimica è strutturato su due anni accademici con una offerta didattica centrata quasi completamente su materie che caratterizzano  l’ingegneria chimica nei diversi settori occupazionali.

 

Gli obiettivi che si vogliono raggiungere sono importanti e tengono conto della dinamica con cui si rinnovano le tecnologie nei settori tradizionali così come in quelli  innovativi dell’ingegneria chimica. Alle conoscenze per la progettazione degli impianti vengono associate quelle per operare gli stessi basata su criteri di ottimizzazione della produzione e di sicurezza.

 

Una parte corrispondente a circa il 30% dell’offerta didattica complessiva riguarda specifiche tecnologie che si sovrappongono ai temi di ricerca che i docenti affrontano e che pertanto sono garanzia di attualità. Sono le attività che lo studente può scegliere all’interno di una varietà di corsi in settori che affrontano tematiche nei settori dell’energia, dell’ambiente, della sicurezza, dell’ottimizzazione e controllo, delle nuove apparecchiature, della micro-fluidica, dei materiali innovativi e compositi, dell’elettrochimica.

Il percorso che porta alla Laurea Magistrale si completa con un Tirocinio che può essere svolto nella struttura universitaria o presso l’industria. L’adesione dell’Università di Pisa al Programma Erasmus consente di frequentare corsi presso università europee con il conseguente riconoscimento dei crediti. Anche il tirocinio può essere svolto presso università e industrie europee.